La scienza dell’anima di André Dumas






descargar 3.12 Mb.
títuloLa scienza dell’anima di André Dumas
página1/52
fecha de publicación07.09.2015
tamaño3.12 Mb.
tipoDocumentos
l.exam-10.com > Biología > Documentos
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   52

www.libreriasephiroth.it

oltre 200 libri gratis da scaricare

vendita on line libri nuovi e d'occasione


LA SCIENZA DELL’ANIMA di André Dumas

2

Pagina INDICE

4 Presentazione

7 Prefazione

13 Introduzione. Cento anni di progressi scientifici

42 PARTE PRIMA - ASPETTI SCONOSCIUTI E FACOLTÀ

SOPRANORMALI DELL’ESSERE PSICHICO

42 1 - La personalità subcosciente

61 2 - Influenze psichiche sull’organismo

79 3 - La telepatia

104 4 - La chiaroveggenza e la conoscenza

extrasensoriale

123 5 - Chiaroveggenza anticipata dell’avvenire

144 6 - Abbiamo un sesto senso

153 PARTE SECONDA - LA FORZA PSICHICA

153 7 - La radiazione umana o «magnetismo»

172 8 - Dalle «Tavole giranti» alla telecinesi

190 9 - Le creazioni materializzate del pensiero

198 10 - Fantasmi dei viventi e «bilocazione»

215 PARTE TERZA - VI SONO MANIFESTAZIONI POSTUME?

215 11 - I fenomeni d’infestazione

226 12 - Manifestazioni spontanee dopo la morte

250 13 - I fenomeni medianici

293 14 - I fenomeni di materializzazione

317 PARTE QUARTA - PROBLEMI, IPOTESI E PREVISIONI

317 15 - Il problema della Sopravvivenza Spirituale

342 16 - Anima, evoluzione, palingensi

352 17 - Le vite anteriori

366 18 - Le manifestazioni sopranormali nella storia

umana e nella genesi delle religioni

LA SCIENZA DELL’ANIMA di André Dumas

3

376 19 - L’avvenire della scienza dell’anima

390 APPENDICE

390 Elenco di alcuni termini tecnici

394 Bibliografia

410 Note

LA SCIENZA DELL’ANIMA di André Dumas

4

PRESENTAZIONE

«Se si considera il lavoro compiuto dalla U.S.F.I.P.E.S. nel 1977,

lo si può definire come la continuazione e lo sviluppo delle prime

realizzazioni... per fare uscire il movimento spiritista dal “ghetto”

nel quale la pubblica opinione male informata, lo manteneva...

Stiamo per impegnarci in una battaglia contro i ciarlatani che

disonorano le nostre idee e che si presentano come “maghi

spiritisti”, oppure come “discepoli di Allan Kardec”, e che

propongono dei “ritorni di fiamma” ed altre stupidaggini...».

Così si esprimeva André Dumas come Segretario Generale

dell’Unione delle Società Francofone per l’Investigazione Psichica e

lo Studio della Sopravvivenza, nella sua relazione annuale 1977,

aggiungendo poco dopo che: «... da coloro che hanno una

responsabilità nell’azione scritta od orale, nella pratica sperimentale

o nella direzione di un’associazione regionale o di un gruppo locale,

si esige un vero riciclaggio permanente delle idee, cioè una

curiosità intellettuale sempre sveglia. Senza questo impegno,

questo costante lavoro personale, si ha la “routine” mentale e il

settarismo, poi il fanatismo, prodotti di una visione misera e

sorpassata delle cose e che dominano le menti, portando i gruppi

alla rovina ed ogni movimento alla decadenza...».

Tale netta presa di posizione è perfettamente coerente con quella

che ho chiamato «oggettività dell’intelligenza» di un uomo come

André Dumas che ha sempre combattuto contro il rigido

dogmatismo di certe tesi «spiritualistiche», lavorando

costantemente per un’affermazione dell’idea di sopravvivenza che

fosse in grado di appoggiarsi allo sperimentalismo scientifico, in un

clima di collaborazione e non di polemico divorzio tra la scienza e le

ragioni non fideistiche che militano a favore di una accettazione

logica di altri piani della realtà, idonei alla continuazione

dell’esperienza esistenziale oltre il lacunoso piano della realtà

affermata e investigata dalla stessa scienza.

L’assiduo, multiforme sforzo del Dumas di inquadrare la

parapsicologia, e il suo studio del paranormale, secondo criteri di

rigore scientifico, si è espresso particolarmente in questo volume -

LA SCIENZA DELL’ANIMA di André Dumas

5

notissimo all’estero e soprattutto in Francia - in cui egli dà prova

delle sue tendenze e delle sue qualità intellettuali e di cultura, in cui

equilibrio, calma oggettività e ordine speculatico coesistono in

funzione di una visione dell’autore che rappresenta la chiara

integrazione dialettica e concettuale dei molteplici (e sovente

apparentemente opposti) valori che costituiscono sia la realtà

psicofisica ed ambientale di questo nostro mondo - che ricade sotto

la diretta verifica scientifica - sia la realtà metapsichica (o

«metapsicologica», come ama chiamarla anche il Dumas) che la

stessa scienza ortodossa non riesce metodologicamente a far

quadrare con i propri schemi preconcetti.

Quando Dumas dice che egli pensa «di avere, dimostrato in

questo libro che è stato un processo scientifico... applicato a

tutti i fatti, nessuno escluso, che lo ha portato, come altri grandi

studiosi, a conclusioni che militano a favore della tesi della

Sopravvivenza spirituale...», egli afferma la validità di uno sviluppo

metodologico corretto, l’unico atto ad accumulare indizi positivi per

l’accettazione razionale di una realtà più ampia di quella

comunemente nota e indagata, e si pone a fianco di altri eminenti

ricercatori che cercano «la Verità per la Verità, quale che sia e

ovunque essa possa essere...».

E sono perfettamente d’accordo con lui quando afferma

l’importanza, in parapsicologia, delle conseguenze non solo

«morali», ma soprattutto sociali di un tale oggettivo ampliamento

delle conoscenze umane. In questo «vantaggio» di carattere

individuale e collettivo, è implicito quello (importantissimo e

chiaramente indicato dal Dumas nell’ultima parte del libro)

derivante dal fatto che la parapsicologia può anche diventare,

secondo un suo sviluppo non irrazionale, un potente fattore di

unificazione religiosa, nel senso di sottrarre l’idea di un Progetto

universale, l’idea cioè del finalismo esistenziale, al dogmatismo di

movimenti religiosi tra loro divisi, ed al fideismo gratuito, cieco ed

acritico: autentico insidioso nemico di una libera e consapevole

espansione della coscienza e dell’esperienza dell’individuo.

Insomma, è il dinamismo di una ricerca globale sull’uomo e per

l’uomo, ciò per cui lavora André Dumas, in concreta opposizione al

ristagno dogmatico, sia esso di carattere religioso, che scientifico.

Non è certamente cosa da poco, e questo libro lo dimostra,

LA SCIENZA DELL’ANIMA di André Dumas

6

proponendosi come un agile, scorrevole, ma rigoroso e realistico

strumento di conoscenza della problematica parapsicologica e di

quella di «confine»: cioè come uno dei pochissimi testi validi, nel

piuttosto fumoso panorama della letteratura specifica di oggi.

GIORGIO DI SIMONE

Napoli, febbraio 1979

LA SCIENZA DELL’ANIMA di André Dumas

7

Alla memoria di colui che ha guidato i miei

primi passi nella Scienza dell’Anima,

Albert PAUCHARD,

compianto Presidente della Società di Studi

Pscichici di Ginevra, dedico questo libro in

segno di omaggio e di pia riconoscenza.

ANDRÉ DUMAS

PREFAZIONE

Nel 1948, quando, per tre anni consecutivi, in seguito ad eventi

particolarmente penosi; mi ero data alla lettura di un considerevole

numero di opere riguardanti il soprannaturale con la speranza di

trovarvi qualcosa di atto a diradare ciò che per me era tenebra

disperante, André Dumas mi mandò il suo libro, appena pubblicato:

La Scienza dell’Anima.

Avevamo fatto conoscenza un anno innanzi, a Bornemouth, in

occasione del Congresso della Federazione Spiritistica

Internazionale, indetto per la prima volta dopo la guerra. Io sapevo

chi fosse André Dumas ancora prima di ritrovarci, in seguito, a

Londra, dove egli aveva fatto una relazione su «Energia atomica e

Medianità», poi a Stoccolma, poi a Amsterdam, in occasione di altri

congressi.

Non mi ci era voluto molto tempo, infatti, per apprezzare la

brillante intelligenza di questo giovane allievo della Scuola di Belle

Arti di Ginevra, divenuto tecnico in elettromeccanica, lavoratore

infaticabile nel campo della parapsicologia. La sua cordialità, la sua

larghezza di vedute, la sua erudizione mi avevano subito

conquistata e se allora ignoravo l’estensione del suo sapere, me ne

resi conto ben presto, a mano a mano che le nostre relazioni si

LA SCIENZA DELL’ANIMA di André Dumas

8

stringevano vieppiù, sia durante le sue numerose conferenze, i cui

titoli come Gli arcani della personalità umana, Le Rivelazioni

dell’ipnosi, il sogno e i suoi misteri ecc., che sono abbastanza

eloquenti di per se stessi, sia leggendo il Bollettino Evoluzione,

riassunto dei lavori del gruppo «L’evoluzione universale», che egli

aveva fondato e nel quale tracciava e sviluppava «le grandi linee di

una sintesi sulle origini e i destini dell’anima umana».

Ma, tanto le conferenze, quanto il Bollettino non facevano allora

che confermare la certezza che mi aveva dato la lettura della

Scienza dell’Anima poiché erano il frutto della grande acutezza di

spirito del ricercatore, metodico, scrupoloso e perseverante, la cui

rettitudine, elevatezza di pensiero e coraggio mi indicavano la via,

tanto desiderata, che diveniva, grazie alla luce che diffondeva,

fonte di pace e di conforto.

Bisogna che dica, senza ambagi, con la più grande franchezza,

che quest’opera, dapprima «divorata», poi letta e riletta con

calma, fu per me il punto di partenza del lungo cammino che

sembra essere assegnato a ciascuno di noi - senza che sovente ne

abbia coscienza - e mi sono resa conto allora della ragione della

specie di avventura che mi aveva portato fino a quel giorno... «C’è

un momento per tutto e un tempo per tutto sotto il cielo...» (1).

Era giunto il momento di comprendere, poiché mi si insegnava

come farlo; ma, prima ancora di conoscere tale insegnamento, ero

stata attratta dal sottotitolo che l’autore aveva posto al suo libro:

«Iniziazione metodica allo studio dei fenomeni paranormali e alle

teorie della metapsicologia», il che stabiliva già la differenza fra ciò

che si usa chiamare fenomeno paranormale e lo studio della

metapsichìa; i termini impiegati da André Dumas avevano un valore

più significativo.

Mette conto, credo, di citare almeno qualcuno dei titoli dei vari

capitoli che compongono l’opera sua, divisa in quattro grandi parti,

per rendersi conto immediatamente del suo interesse.

All’introduzione, intitolata Cento anni di progresso scientifico,

seguono gli Aspetti sconosciuti e facoltà sopranormali

dell’essere psichico, trattati nella prima parte: in altri termini,

essi sono uno studio dettagliato della personalità subcosciente.

La seconda parte analizza la forza psichica nella radiazione

LA SCIENZA DELL’ANIMA di André Dumas

9

umana o magnetismo, la telecinesi. le creazioni materializzate del

pensiero, ecc.

Poi viene, nella terza parte, l’indagine sulle Manifestazioni

Postume sotto tutte le forme del fenomeno medianico.

Infine, la quarta parte è dedicata ai Problemi, Ipotesi e

Prospettive proposti per l’avvenire della scienza dell’anima, cui

l’edizione attuale di questa Somma, rinnovata e completata, dà già

certe risposte.

E’ forse ancora più utile non perdere mai di vista come tutto ciò

che scrive André Dumas sia il risultato di profonde ricerche, basate

su quelle di scienziati, non soltanto francesi, ma europei, del secolo

scorso, sostenute poi da quelle di scienziati dei giorni nostri, tal

quale come le esperienze, di cui egli stesso fu oggetto o testimone,

sono state riconosciute reali, indiscutibili.

Da innovatore che mi era sembrato un quarto di secolo fa, André

Dumas è divenuto «rinnovatore», poiché la Scienza dell’Anima

contiene attualmente il riassunto dei più recenti lavori eseguiti nei

laboratori e negli istituti metapsichici del mondo intero.

Nel leggere il resoconto succinto or ora fatto, ci si potrà

domandare se André Dumas non possieda per caso una doppia

personalità e oserei dire che questa doppia personalità pone certi

problemi per le due categorie di individui, ben noti oggigiorno, nei

cinque continenti: quelli che credono alle percezioni extrasensoriali

e quelli che non vi credono. «E’ mai possibile essere spiritista e

nello stesso tempo credere nella scienza?» si chiedono alcuni. «Non

ci si può dire kardechiani e uomini di scienza», dichiarano

perentoriamente altri, detti scienziati.

Che pensare esattamente?

André Dumas è senz’altro spiritista, avendo avuto Allan Kardec

per primo maestro. Egli lo ha espressamente affermato e lo afferma

tuttora, ma, come me ne scrisse una volta egli stesso «dacché il

sopranormale mi è capitato addosso con strani fenomeni avvenuti

nella mia famiglia, ho sentito che bisognava equilibrare tutto ciò,

che non si doveva pencolare verso una certa forma di misticismo, e

nello stesso tempo in cui stavo leggendo Allan Kardec, Léon Denis,

Gabriel Delanne, Ernesto Bozzano, Aksakof, mi sprofondavo nello

studio di autori definiti materialisti, quali Haeckel e Le Dantec. Ho

LA SCIENZA DELL’ANIMA di André Dumas

10

sentito che questi uomini, assetati di verità, ma costretti dai limiti

di una conoscenza incompleta, avevano scoperto certe realtà che

dovevano essere completate, superate, trasformate, chiarite per

mezzo di altre scoperte».

Del resto, redattore capo, dopo la morte di Hubert Forestier,

della Revue Spirite fondata da Allan Kardec nel 1858, André

Dumas volle specificare in un articolo recente: «Noi abbiamo un

compito difficile da eseguire. Esso consiste nel mettere in evidenza

l’esistenza dell’anima e la sua sopravvivenza. Questa chiara e

decisa affermazione non deve essere compromessa da una

inconsiderata alleanza con le rivelazioni, le teorie e le fantasticherie

sprovviste della menoma verosimiglianza. Ciò significa, egli

aggiungeva, che noi dobbiamo imporre al nostro pensiero una
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   52

Añadir el documento a tu blog o sitio web

similar:

La scienza dell’anima di André Dumas iconAnima eterna

La scienza dell’anima di André Dumas iconAlejandro dumas

La scienza dell’anima di André Dumas iconAlejandro dumas el hombre de la mascara de hierro

La scienza dell’anima di André Dumas iconBiografía y Entrevista a Andre Gorz

La scienza dell’anima di André Dumas iconPhilippe Carles, André Clergeat

La scienza dell’anima di André Dumas iconAlejandro Dumas Los tres mosqueteros Indice

La scienza dell’anima di André Dumas iconLa Storia dell’architettura 1905-2008

La scienza dell’anima di André Dumas iconAlejandro Dumas el paje del duque de saboya índice

La scienza dell’anima di André Dumas iconGrupo de estudo das obras de andré luiz e

La scienza dell’anima di André Dumas iconMdt ILL Nascimento dell'Aurora Clemencic






© 2015
contactos
l.exam-10.com