Tango argentino






descargar 19.42 Kb.
títuloTango argentino
fecha de publicación23.09.2015
tamaño19.42 Kb.
tipoDocumentos
l.exam-10.com > Ley > Documentos

Tango argentino-

[Patrimonio immateriale dell’Umanità. Unesco]

Il tango argentino, selezionato dall’Unesco il 30 settembre 2009, come patrimonio intangibile dell’umanità, è nato nel Rio de la Plata:-Uruguay –Argentina, nel 1800, frutto dell’emigrazione e l’incrocio culturale risultante.

Definito dal poeta J. L. Borges “una poesia triste que se baila”, il comitato dell’Unesco lo seleziona perché personifica sia il dialogo, sia la diversità culturale, promovendo il rispetto delle diversità.

Tra i Compositori italiani, figli d’immigranti, ricordiamo a Santos Discepolo, de Sarli, Pugliese e de Caro.

Il male del secolo? Ma c’è? Su che cosa si fonda tale opinione, che tango lo dice?finché non lo dica un tango, si domanda un poeta M.Fernandez, non ne siamo certi.

Cambalache. Carlos Gardel

Lingua: Castellano y Lunfardo (Argentino) [1935]
Letra y música: Enrique Santos Discépolo Testo e musica: Enrique Santos Discépolo

carlos gardel (1890-1935).

Carlos Gardel (1890-1935).

Siamo davvero lieti che nella variopinta comunità delle CCG/AWS sia entrato a far parte anche il mito del tango argentino, Carlos Gardel. Carlos Gardel entra nella "comunità delle CCG" con un tango che gli fu appositamente scritto, pochi mesi prima della sua tragica morte, da Enrique Discépolo; e non ci entra a caso. Bisogna parlare quindi un attimo del tango argentino, di chi scriveva i testi, e di come essi venivano "accolti".

enrique santos discépolo effigiato su un francobollo della repubblica argentina.

Enrique Santos Discépolo effigiato su un francobollo della Repubblica Argentina.

Durante il XX secolo l'Argentina è stata, com’è noto, sottoposta ad una miriade di dittature più o meno militari. Codazzo necessario di queste dittature sono stati i censori, i "paladini del buon costume e delle belle maniere" regolarmente al servizio di chi voleva mettere a tacere la voce della gente (voce che spesso e volentieri è stata messa a tacere con mezzi ancor più brutali della censura, ad esempio facendo scomparire nel nulla qualche decina di migliaia di persone). Uno degli strumenti preferiti dai vari regimi è stata l'infame Secretaría de Prensa y Radiodifusión (SPR), "sancta sanctorum" dei peggiori lacché del potere.

Saldamente protetti dall'apparato repressivo, questi individui si dedicavano a "ripulire" il linguaggio della musica popolare bonaerense (quindi, tout court, del tango). La storia del tango è piena zeppa di episodi avvenuti durante i periodi in cui era costantemente sotto il tacco dei censori, i castratori dell'espressione sociale di una classe.

E' un comune errore supporre che i testi dei tanghi fossero scritti da illetterati o "gente della strada". Al contrario, da Pascual Contursi a Homero Manzi, gli autori più celebrati erano persone coltissime e poeti celebrati. Il fatto che scegliessero di scrivere poesia nel linguaggio della gente comune guadagnò loro il rispetto di tutti, tranne (ovviamente) che dell'elite "culturale" che appoggiava il potere dominante. Tra questi autori troviamo anche Enrique Discépolo, di cui è necessario leggere bene questo testo scritto per Gardel.

Si capirà così meglio perché, nel 1976, poco dopo il golpe militare che portò al potere la sanguinosa e rovinosa giunta di Videla, Massera e Galtieri, una "velina" impose alla radio e alla tv argentina di non trasmettere più "Cambalache". [RV]

TESTO COMPLETO DE “CAMBALACHE”

(“ cambalache”: negozio con oggetti di poco valore, bazar).

Que el mundo fue y será una porquería, ya lo sé,
en el quinientos seis y en el dos mil también;
que siempre ha habido chorros,
maquiavelos y estafaos,
contentos y amargaos, valores y dublés.
Pero que el siglo veinte es un despliegue
de malda insolente ya no hay quien lo niegue,
vivimos revolcaos en un merengue
y en el mismo lodo todos manoseaos.

Hoy resulta que es lo mismo ser derecho que traidor,
ignorante, sabio, chorro, generoso, estafador.
¡Todo es igual, nada es mejor,
lo mismo un burro que un gran profesor!
No hay aplazaos ni escalafón,
los inmorales nos han igualao...
Si uno vive en la impostura
y otro afana en su ambición,
da lo mismo que sea cura,
colchonero, rey de bastos,
caradura o polizón.

¡Qué falta de respeto, qué atropello a la razón!
¡Cualquiera es un señor, cualquiera es un ladrón!
Mezclaos con Stavisky van don Bosco y la Mignon,
don Chicho y Napoleón, Carnera y San Martin.
Igual que en la vidriera irrespetuosa
de los cambalaches se ha mezclao la vida,
y herida por un sable sin remache
ves llorar la Biblia contra un calefón.

Siglo veinte, cambalache, problematico y febril,
el que no llora no mama y el que no afana es un gil.
¡Dale nomas, dale que va,
que alla en el horno te vamo a encontrar!
¡No pienses mas, tirate a un lao,
que a nadie importa si naciste honrao!
Si es lo mismo el que labura
noche y dia como un buey
que el que vive de las minas,
que el que mata o el que cura
o está fuera de la ley.

La dittatura militare argentina. 1976-1982. I desaparecidos
Versione inglese da Planet Tango
English translation from Planet Tango

[BAZAAR]

That the world was and it will be filth,
I already know...
In the year five hundred and six
and in the year two thousand too!
There always have been thieves,
traitors and victims of fraud,
happy and bitter people,
valuables and imitations
But, that the twentieth century
is a display
of insolent malice,
nobody can deny it anymore.
We lived sunk in a fuzz
and in the same mud
all well-worn...

Today it happens it is the same
to be decent or a traitor!
To be an ignorant, a genius, a pickpocket,
a generous person or a swindler!
All is the same! Nothing is better!
They are the same, an idiot ass
and a great professor!
There are no failing grades or merit valuations,
the immoral have caught up with us.
If one lives in a pose
and another, in his ambition, steals,
it's the same if it's a priest,
a mattress maker, a king of clubs,
a cad or a tramp.

What a lack of respect,
what a way to run over reason!
Anybody is a gentleman!
Anybody is a thief!
Mixed with Stavinsky, you have Don Bosco
and La Mignon
don Chicho and Napoleon,
Carnera and San Martin.
Like in the disrespectful window
of the bazaars,
life is mixed up,
and wounded by a sword without rivets
you can see a Bible crying
next to a water heater.

Twentieth century, bazaar
problematic and feverish!
If you don't cry you don't get fed
and if you don't steal you're a stupid.
Go ahead! Keep it up!
That there, in hell
we're gonna reunite.
Don't think anymore,
move out of the way.
Nobody seems to care
if you were born honest.
It's the same the one who works,
day and night like an ox,
than the one who lives from the others,
than the one that kills or heals
or than the one who lives outside the law.

(inviata da Riccardo Venturi)

NOTE SUI PERSONAGGI CITATI
a cura di Marcia Rosati

Alexander Stavisky
Truffatore internazionale morto suicida in un carcere di Baiona (Bayonne, in Francia) nel 1934.

Don Bosco
Fondatore dell'ordine dei Salesiani, canonizzato da Pio XI nello stesso anno. Qui citato ad emblema della santità e di un’esistenza votata all'altruismo.

Don Chicho
Nomignolo di Juan Galiffi, capo della mafia argentina, arrestato e processato nel 1932.

Primo Carnera
Pugile italiano campione mondiale dei pesi massimi nel 1933.

..maquiavelos
Nella situazione colloquiale del testo si riferisce non tanto al Niccolò Machiavelli letterato e funzionario cinquecentesco (Il Principe) quanto all’accezione più consuetamente popolare di: "persona furba e calcolatrice".

La Mignón
Dal francese "mignonne", che significa graziosa, amata, prediletta ma anche "amante". E' con quest'ultimo significato che qui Discépolo usa il termine: come sinonimo di "mantenuta" appunto.

San Martín
José de San Martín, generale e politico argentino che concepì e mise in atto il piano dell'indipendenza dell'Argentina, del Cile e del Perù, nel quadro dell'emancipazione del continente sudamericano.

Napoleón
Insieme a San Martin, questo personaggio storico universalmente conosciuto per le sue imprese militari viene intenzionalmente mescolato da Discépolo agli altri più effimeri "eroi" da rotocalco sportivo o sensazionalista.
( marcia )

Añadir el documento a tu blog o sitio web

similar:

Tango argentino iconProyecto tango: “el tango también es cosa de chicos”

Tango argentino iconDos poemas del investigador y poeta Ricardo Ostuni (Buenos Aires...

Tango argentino iconDanzantes de tango

Tango argentino iconRetruque a “El Tango” de J. L borges

Tango argentino iconRayuela, a ritmo de tango

Tango argentino iconAsi se baila el tango en Tokyo

Tango argentino iconEl tango en el uruguay, o el circulo de tiza gardeliano

Tango argentino iconEl maestro Villasboas: El eslabón perdido del tango

Tango argentino iconEl tango y la realidad social a través de las letras

Tango argentino iconConferencia realizada en: comité cultural tango niquia






© 2015
contactos
l.exam-10.com